Lettera contro la VQR firmata da 95 docenti del Politecnico di Torino

Al Magnifico Rettore del Politecnico di Torino
Prof. Marco Gilli

e p.c.

ai Direttori dei Dipartimenti

I sottoscritti, pur dichiarandosi assolutamente favorevoli al principio della valutazione della ricerca, ma ritenendo la procedura VQR, nelle sue attuali modalità di applicazione, un processo profondamente errato, inutile ai fini valutativi e sostanzialmente dannoso per l’utilizzo improprio delle sue conclusioni;

auspicando che nel futuro vengano adottati sistemi valutativi condivisi, più efficaci e coerenti con gli interessi della nostra Istituzione;

ritenendo inaccettabile il blocco degli scatti stipendiali, che ha gravemente colpito la docenza universitaria nella sua dignità, prima ancora che sul piano economico, e chiedendo con forza il reintegro degli scatti persi nel periodo di blocco, anche ai fini previdenziali, così come richiesto dal CUN nell’adunanza del 3 febbraio 2016 (vedi https://www.cun.it/homepage/evidenza/il-valore-del-lavorointellettuale- e-della-ricerca-scientifica/)

comunicano 

che aderiranno a una delle forme di protesta attualmente in essere nei diversi Atenei italiani in relazione alla VQR 2011-2014.

Cordiali saluti.

Torino, 26 febbraio 2016

Seguono firme

VERSIONE PDF