Mezzi di (dis)informazione

Il 3 dicembre su La Repubblica è uscito un articolo che riguarda il Politecnico e cita esplicitamente il mio nome e quello di altri colleghi.

La guerra del Politecnico” (capisco che c’è chi di lavoro fa il titolista, ma forse un minimo di senso della misura non guasterebbe),un cda infuocato martedì scorso” (è stato tranquillissimo avendo rinviato la discussione sul bilancio), “Cinquanta milioni di euro sono quel che avanza dai conti dell’ateneo e che si potranno spendere nei prossimi tre anni (15 all’anno)” (numeri a casaccio. Giustamente i giornali non conoscono i dati corretti fino alla loro pubblicazione, ma allora perché indicarli nell’articolo?), “Laura Montanaro, che molti indicano come una tra le probabili candidate per il dopo Gilli, e che ha affidato le sorti delle dimissioni all’approvazione o meno della proposta “Bazzanella-Poggiolini”(dove il giornalista lascia intendere che la prorettrice abbia un atteggiamento ricattatorio e con obiettivi occulti e personali, frase che nella mia ignoranza giuridica mi appare al limite della diffamazione)… e così via con una serie di “informazioni” dove evidentemente la fantasia e la voglia di creare la notizia hanno preso decisamente il sopravvento.

Dal mio punto di vista la “guerra” tra i “sostenitori” e i “nemici” del finanziamento diffuso semplicemente non esiste e non avrebbe senso di esistere. Sono certo che nessuno al Politecnico, e immagino in nessun altro Ateneo, sia favorevole a distribuire TUTTI i fondi per la ricerca in modo diffuso, altrimenti si perderebbe la possibilità di investire maggiormente sui nostri ricercatori più brillanti e soprattutto di investire strategicamente sui temi più urgenti e rilevanti per il territorio e per il paese.

D’altra parte immagino che non esista neppure chi crede sia necessario investire TUTTI i fondi dedicati alla ricerca esclusivamente in modo strategico e premiale, che per loro natura sono destinati a pochi, altrimenti si rischierebbe di lasciare completamente senza fondi una parte rilevante dei nostri ricercatori, mettendo a rischio il loro diritto/dovere di fare ricerca. Senza dimenticare il possibile effetto potenzialmente disastroso sulla qualità complessiva della nostra didattica, come autorevolmente ricordato anche da Giorgio Parisi nel suo intervento sul finanziamento diffuso al Convegno Mind the Gap: “…Una Università in cui i docenti non fanno ricerca diventa molto velocemente un liceo…” (vedi https://www.youtube.com/watch?v=VDY8KRFNnqU, min 4:30).

A mio parere la questione è in quale misura fare investimenti strategici, in quale misura fare investimenti premiali e in quale misura dotare tutti i ricercatori di un adeguato finanziamento di base, sempre tenendo in conto le disponibilità economiche del nostro Ateneo. Si tratta anche di una scelta politica, come lo sono tutte le grandi scelte strategiche che si fanno in CdA, ma non credo sia mai positivo trascendere dal merito delle questioni e tanto meno farsi trascinare da pregiudizi ideologici.

Sono assolutamente certo che la capacità e la volontà di ascolto del CdA sarà massima e che con il contributo di tutti si arriverà a una soluzione che possa essere largamente condivisa nel nostro Ateneo e che possa conciliare i lati positivi dei vari sistemi di distribuzione delle risorse, cercando contemporaneamente di minimizzarne i difetti.

Ne approfitto per dare a tutti appuntamento alla Conferenza di Ateneo dedicata proprio alle grandi scelte strategiche contenute nel bilancio preventivo, che si terrà il 13 Dicembre alle ore 10:00 in aula Magna. A presto.

Danilo Bazzanella

Annunci

Un pensiero su “Mezzi di (dis)informazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...