Una breve presentazione

Danilo Bazzanellafoto_facebook

Sono nato a Imperia nel 1966. Mi sono laureato in Matematica presso l’Università di Genova (1989), ho conseguito il Dottorato di Ricerca in Matematica presso il consorzio Università di Genova, Politecnico di Torino e Università di Torino (1995) e sono ricercatore di Analisi Matematica presso il Politecnico di Torino dal 1994

Svolgo la mia attività di ricerca nel campo della teoria dei numeri, con particolare interesse per la distribuzione dei numeri primi e la distribuzione delle più note funzioni aritmetiche. Mi sono interessato anche di alcune delle più famose congetture del settore, quali la Congettura di Goldbach e la Congettura di Legendre. Ho lavorato inoltre su problemi di frontiera tra la teoria dei numeri e la teoria descrittiva degli insiemi e tra la teoria dei numeri e l’analisi matematica.

Dal 1999 sono titolare di insegnamenti per la laurea triennale, la laurea magistrale e per il dottorato di ricerca in varie discipline tra cui: Analisi Matematica, Analisi Complessa, Metodi Matematici per l’Ingegneria, Calcolo delle Probabilità e Statistica, Matematica per i corsi di laurea in Architettura e Teoria dei Numeri.

Sono impegnato a livello nazionale nella politica universitaria attraverso l’adesione, come uno dei referenti del Politecnico di Torino, alla Rete29Aprile (http://www.rete29aprile.it) e a livello locale prima come membro del Coordinamento dei Ricercatori e poi del nuovo Coordinamento PoliTo. Sono inoltre il moderatore della mailing list lista_discussione@polito.it, che dal 2010 è un luogo di discussione e di confronto all’interno del nostro Ateneo e gestore del blog https://coordinamentopolito.wordpress.com/, strumenti che utilizzo per diffondere i resoconti delle sedute degli Organi di Governo e delle commissioni di cui faccio parte nella convinzione che la trasparenza e la diffusione dell’informazione sia il necessario presupposto per un vero sistema democratico.

Dall’inizio del 2010 ho partecipato alla mobilitazione universitaria contro la riforma proposta dall’allora Ministro Gelmini e contro il progetto di destrutturazione e conseguente affossamento dell’Università pubblica, a carico di un sistema universitario notoriamente e pesantemente già molto sotto finanziato rispetto alle realtà internazionali confrontabili con il nostro paese. All’interno di tale movimento sono stato co-organizzatore di varie iniziative pubbliche di discussione e approfondimento su questioni inerenti il sistema universitario e il nostro Ateneo in particolare, tra cui: il seminario-dibattito di Ateneo “Riformare l’università insieme all’università – Criticità e proposte per una riforma condivisa”, il seminario di Ateneo “Riformare lo Statuto d’Ateneo insieme all’Ateneo” e il sondaggio telematico di Ateneo sul nuovo Statuto (vedi http://www.ricercatoripoli.altervista.org/). Dopo l’approvazione della legge 240/2010 ho proseguito il mio impegno per cercare di limitare i danni che inevitabilmente la riforma e le politiche di continui tagli stavano creando al sistema universitario, e purtroppo continuano a creare, con l’obiettivo di mantenere vivi gli spazi di democrazia e di partecipazione e nella convinzione che la comunità scientifica abbia la competenza e il dovere di dare un contributo al dibattito per la definizione di una buona politica universitaria.

In questa ottica ho contribuito alla stesura del documento “5 idee per un nuovo Rettore”, che oltre ad avanzare alcune proposte di natura organizzativa e regolamentare rivolte al nostro interno, cercava di rilanciare un ruolo attivo del nostro Ateneo nell’analisi e nella proposta politica nel contesto nazionale, con la volontà di interrogarsi sul ruolo e la missione che l’Università Pubblica dovrebbe avere.

Forte dell’esperienza acquisita come membro della comunità accademica del Politecnico e dell’impegno attivo nella vita politica dell’Ateneo, mi sono candidato e sono stato eletto nelle elezioni suppletive del Senato Accademico del gennaio del 2011, come rappresentante dei ricercatori.

Nel ruolo di senatore ho partecipato a varie commissioni di lavoro, tra cui la Commissione strategie per la ricerca di Ateneo e la Commissione Regolamento Generale di Ateneo e soprattutto mi sono dedicato alla revisione statutaria e organizzativa che è seguita alla legge di riforma, cercando di evitare le derive dirigistiche permesse dalla nuova legge, sempre con la massima attenzione a tenere alta la capacità di ascolto degli Organi di Governo.

In particolare mi sono battuto per prevedere nello Statuto del nostro Ateneo l’elezione democratica e senza distinzione di fascia dei membri CdA e per evitare di inserire in tutti i nostri regolamenti dei vincoli di appartenenza di fascia che non fossero strettamente previsti dalla legge, nell’ottica di un Politecnico che sappia essere una comunità di pari in cui ognuno possa dare il proprio contributo alla vita e alla crescita dell’Ateneo in base alle proprie competenze personali.

Nel 2013 mi sono candidato e sono stato eletto nel Consiglio di Amministrazione, con un programma che metteva al centro l’Università Pubblica come sistema coordinato di comunità accademiche e come bene pubblico al servizio dei nostri studenti e della società.

Con l’intento di aprire uno spazio di discussione e di proposta a livello nazionale, nel 2015 ho contribuito a curare l’organizzazione del convegno Ruolo Unico: una rivoluzione necessaria? – Discussione nazionale nella prospettiva di una riforma dello stato giuridico della docenza universitaria, con l’obiettivo dichiarato di favorire “… una discussione nazionale nella prospettiva di una riforma complessiva dello stato giuridico della docenza universitaria”, a cui hanno partecipato membri del CUN, del MIUR, della CRUI… e che ha visto la presentazione di una proposta di riforma complessiva dell’Università.

Versione PDF

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...