CdA 31 maggio 2016

Visto il puntuale ed esaustivo resoconto istituzionale aggiungo solo alcune precisazioni.

Riguardo i Centri Interdipartimentali il CdA ha deciso di ascoltare tutte le richieste che abbiamo fatto nel comunicato del 25 maggio. E’ stato approvato di inviare un’informativa a tutto l’Ateneo sulle linee e la procedura per la costituzione dei Centri (cosa che è già stata resa operativa con la nota del rettore del 6 giugno) ed è stata fissata la data per una conferenza di Ateneo per il 28 giugno, in modo da precedere la discussione sulla call per le proposte bottom-up dei Centri.  Inoltre, come da noi richiesto, è stato dato mandato a una commissione istruttoria, composta dai 4 membri docenti del CdA e del DG coordinata dal prorettore, di fare una proposta da approvare nel CdA di giugno riguardo un finanziamento di funzionamento per tutti i professori e ricercatori dell’Ateneo, che preceda la costituzione dei Centri e permetta prioritariamente una adeguata agibilità nel nostro lavoro rispetto ai grandi investimenti strategici.

Non posso che essere assolutamente contento per i risultati ottenuti e riconoscere l’attenzione ricevuta dalle nostre proposte da parte di rettore e CdA.

Nel CdA è stata discussa anche la delicata questione dei vincoli di parentela per le chiamate, questione nota dal 2010 ma cambiata recentemente più volte a causa di varie sentenze e dei pareri della Avvocatura dello Stato. Alla luce delle sentenze e dei pareri, l’interpretazione della legge sembra oramai definita, ma l’applicazione della stessa risulta estremamente complessa e conciliare il dettato di legge con il principio delle pari opportunità nei concorsi pubblici è tutt’altro che immediato. Per queste difficoltà e con l’obiettivo di trovare una soluzione equa e uniforme, è stata delegata al rettore la formazione di una commissione di esperti esterni all’Ateneo che verranno interpellati sulla legittimità di alcune possibili linee di condotta che potrebbe tenere l’Ateneo su questa delicata questione.

Danilo Bazzanella

 

Comunicato del Coordinamento PoliTo – 25 maggio 2016

Comunicato del Coordinamento PoliTo – 25 maggio 2016

Cari colleghi,

come sapete dal resoconto istituzionale dei lavori del CdA del 30 marzo 2016, l’Ateneo si sta apprestando a fare un grande investimento in ricerca tramite un significativo finanziamento di un numero limitato di Centri Interdipartimentali. Pur comprendendo le ragioni strategiche di tale scelta, riteniamo che sarebbe stato assolutamente necessario accompagnarla con una modalità di discussione molto trasparente e una grande capacità di ascolto dell’Ateneo.

Purtroppo a quasi due mesi dalla seduta di CdA nella quale sono state approvate le linee guida per la costituzione dei Centri, non c’è stata ancora nessuna informativa all’Ateneo sulle decisioni prese e sulle questioni ancora da definire. Riteniamo che sia necessario aprire al più presto in modo pubblico una discussione su una scelta strategica così importante per il nostro Ateneo e pensiamo che la forma più adatta possa essere una conferenza di Ateneo sul tema.

Ne approfittiamo per ricordare che il nostro Ateneo è poco uniforme in quanto alla possibilità della raccolta dei fondi, e che a fianco di settori con consistenti disponibilità economiche convivono settori che per caratteristiche indipendenti dalla volontà e dalla capacità dei docenti coinvolti non possono che avere accesso a finanziamenti molto più limitati. Reputiamo poco opportuno che si pensi a finanziare con milioni di euro pochi grandi Centri, quando esistono situazioni di colleghi che per esercitare dignitosamente il proprio lavoro sono obbligati a utilizzare soldi propri per spese basilari come l’acquisto di un computer o le spese di trasferta ai convegni.

Per rispetto nei confronti dell’impegno e del lavoro di tutti, a fianco dei possibili grandi investimenti concentrati su pochi temi strategici, crediamo sia necessario e urgente prevedere un investimento diffuso e di dimensione adeguata, in modo da permettere alla totalità dei membri della nostra comunità accademica di dare il proprio contributo fattivo al buon funzionamento dell’Ateneo.

Coordinamento PoliTo
https://coordinamentopolito.wordpress.com/

VERSIONE PDF