QUALE FUTURO PER L’UNIVERSITA’ PUBBLICA

20151026_101857

ASSEMBLEA PUBBLICA – Dialoghi per il Senato e il CdA
26 Ottobre 2015

Testo della convocazione dell’assemblea
Slide dell’intervento introduttivo a cura di Juan Carlos De Martin
Slide dell’intervento del Rettore

Breve resoconto dell’iniziativa

L’assemblea è iniziata con qualche minuto di ritardo per permettere alle persone che finivano lezione alle 10:00 di arrivare nell’aula. A inizio assemblea erano presenti circa un’ottantina di persone, composta per la maggioranza da personale docente, ma anche con presenze di tutte le altre categorie della nostra comunità.  Più persone hanno dovuto abbandonare l’assemblea prima della fine della discussione, avvenuta intorno alle ore 13:15, e molti sono sopraggiunti ad assemblea iniziata per i concomitanti impegni didattici. Proprio a causa delle difficoltà di partecipazione è stato richiesto di organizzare altri incontri e assemblee e in particolare una Conferenza di Ateneo sul tema, con sospensione delle lezioni.

L’assemblea è iniziata con la spiegazione delle motivazioni e della struttura delle iniziative dei “Dialoghi di SA e CdA”, a cura di D. Bazzanella. Sono state poi presentanti alcuni dati sul progressivo depauperamento subito dall’Università Pubblica, incluso il Politecnico di Torino, in questi anni, anche con confronti internazionali, a cura di J.C. De Martin (vedi slide).

E’ seguito l’intervento del Rettore, che ha presentato ulteriori dati e ha approfondito le questioni relative all’Università contenute nella bozza di legge di stabilità (vedi slide).

Si è quindi aperta la discussione assembleare durante la quale, con numerosi brevi interventi, tutti gli interessati hanno avuto la possibilità di esprimersi. In questa sede non è possibile rendere con precisione la molteplicità degli interventi e degli argomenti trattati. Ci limiteremo quindi a presentare brevemente solo le questioni più dibattute, le proposte riprese da più interventi e chi ha presentato del materiale scritto.

Il prof. Caldera ha illustrato la mozione approvata dall’assemblea tenuta il 20 ottobre presso il DISEG.

Più persone hanno osservato che boicottare la VQR può essere controproducente perché all’esterno rischia di essere interpretato (e magari intenzionalmente presentato) come un rifiuto di farsi valutare. Anche una battaglia che venga presentata come orientata esclusivamente alla difesa degli stipendi, per l’Italia mediamente alti (anche se non in entrata), della categoria rischia avere effetti negativi sulla nostra immagine già tutt’altro che positiva presso l’opinione pubblica, riducendo sensibilmente le possibilità di ottenere un qualche risultato concreto. Non basta avere le ragioni dalla nostra parte, ci vuole anche la forza di imporle alla politica.

La grande maggioranza degli intervenuti ha sostenuto la preferenza per fare delle rivendicazioni di natura generale, di sistema, in difesa dell’università pubblica (diritto allo studio, sblocco turnover e piano straordinario di reclutamento, rifinanziamento…) senza limitarsi a una rivendicazione esclusivamente salariale, per quanto quest’ultima sia considerata assolutamente necessaria per non ridurre ulteriormente il potere di acquisto e il prestigio della categoria, soprattutto per quanto riguarda i più giovani e quindi i più colpiti dal blocco.

Un gran numero di interventi in assemblea ha avuto come oggetto la proposta di invitare il Senato Accademico ad approvare una mozione (come già altri Atenei), in modo che l’organo più rappresentativo dell’Ateneo si esprima chiaramente e in modo pubblico sulle prospettive del sistema universitario, e che il Rettore si faccia portavoce del disagio dell’Ateneo nei confronti del ministro e all’interno della CRUI.

L’assemblea si è conclusa con un intervento del Rettore e dei curatori dell’iniziativa, verso le ore 13:15.

Danilo Bazzanella
Juan Carlos De Martin

Per approfondimenti sulla mobilitazione in atto in tutto il paese:

Mappa_mozioni_25_10_2015

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...