Resoconto commissione una tantum – 11 dicembre 2014

Resoconto della prima seduta della commissione per l’incentivo una tantum per il recupero parziale degli scatti stipendiali bloccati

La commissione, prima di entrare nelle questioni più tecniche ha condiviso alcuni principi:

– La procedura deve essere semplice ed economica. Non ha senso spendere (in tempo e/o in denaro) per la valutazione somme confrontabili con quelle da distribuire;

– Utilizzare per la valutazione solo dati a disposizione dell’Ateneo (può sembrare banale ma non tutti gli Atenei lo hanno fatto. Attenzione che parliamo di scatti bloccati nel 2011-12 e 13 e quindi valutazione dei trienni 2008-9-10, 2009-10-11 e 2010-11-12, verifichiamo quali sono i dati a disposizione);

– La domanda si deve fare con un click (la procedura non può essere del tutto automatica perché la legge dice “a domanda” e quindi le persone hanno la libertà di evitare la valutazione);

– Non ha senso fare classifiche tra persone di aree diverse (non si confrontano mele con pere);

– Per quanto possibile è preferibile spostare le somme da distribuire a favore di chi è più colpito dal blocco degli stipendi (ricordo che su proposta del rettore, CdA e SA si sono già detti favorevoli a questo principio e hanno indicato alla commissione di spostare un terzo del finanziamento a favore degli RTI, che è la percentuale massima consentita dalla legge). La commissione ha approvato all’unanimità lo spostamento a favore degli RTI.

Possibile proposta in sintonia con i precedenti principi: Stabilire dei vincoli di soglia per accedere all’incentivo una tantum, senza fare classifiche. Se passa la soglia più del 50/60% (massimo consentito dalla legge) si da precedenza a chi ha minore anzianità di servizio (e di conseguenza è più colpito, e ancora di più sarà colpito in futuro, dal blocco degli stipendi).

Sono state discusse in CdA e SA alcune proposte su eventuali esclusioni (attuali pensionati, personale che gode di una indennità, membri di Organi di Governo…). Sembrano tutte esclusioni molto discutibili dal punto di vista legale (non essendo di natura scientifica o accademica, come prevede esplicitamente la legge). Possono però probabilmente essere trasformate in priorità al momento di selezionare il 50/60% massimo consentito dalla legge, nel caso passino la soglia un numero maggiore di persone.

Nella prossima seduta (19 Dicembre) passeremo a definire quale tipo di soglia, o più soglie, si possono mettere. Abbiamo parlato per ora di soglia scientifica (pubblicazioni scientifiche nel triennio che precede l’anno dello scatto perso), soglia di qualità della didattica (con l’uso dei questionari CPD) e soglia gestionale/organizzativa, in conformità con le indicazioni di tendere a una “piena valorizzazione dei singoli docenti e il loro motivato coinvolgimento nella condivisione delle responsabilità scientifiche, formative, organizzative e gestionali dell’Ateneo”, come indicato nel Piano Strategico.

La soglia gestionale/organizzativa sembra la più delicata per due motivi: non essendoci un obbligo di legge riguardo a tale tipo di attività è discutibile escludere a posteriori chi non ne ha fatta e soprattutto non abbiamo una base di dati completa e affidabile di tutte le attività gestionali svolte in anni anche abbastanza remoti (per lo scatto del 2011 si devono valutare le attività del triennio 2008-2009-2010). A prescindere dalla realizzabilità di una valutazione immediata dell’attività gestionale, la commissione ha condiviso l’idea di proporre agli organi competenti di valutare una revisione globale delle indennità e degli sgravi didattici e soprattutto di realizzare una rilevazione sull’insieme delle attività organizzative e gestionali (svolte a livello di Ateneo e di Dipartimento) fondamentali per il buon funzionamento della nostra Istituzione e attivare una conseguente raccolta dati riguardo alle persone che se ne fanno carico, per auspicabili future valutazioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...